Precariamente Instabili

on Lunedì, 10 Marzo 2014. Posted in Produzioni & Lavori

Precariamente Instabili racconta con tono leggero le difficoltà di una vita senza appigli per una generazione come la nostra condizionata da gerontocrazia e familismo.

 

SCHEDA TECNICA 

DURATA: 09 min 25” 

GENERE: Drammatico 

ANNO: 2011 

FORMATO: HD - 16:9 

LINGUA: Italiano / Napoletano 

SOTTOTITOLI: Inglese 

REGIA: Luigi Scaglione

 

 
Un film diretto Luigi Scaglione,
con Dario Masciello, Gloria Naletto, Andrea Pergolesi, Riccardo Bragato, Alberto Sica, Monica Garavello, Elisa Menon. Venezia nel 2009.
 
Precariamente Instabili racconta con tono leggero le difficoltà di una vita senza appigli per una generazione come la nostra condizionata da gerontocrazia e familismo. Montaldo, aspirante regista veneziano, ha la possibilità di mettere in scena uno spettacolo teatrale con l’aiuto dei suoi più cari amici: Rachele studentessa fuori sede impegnata nella ricerca della casa; Matilde ragazza straniera che ha problemi con il permesso di soggiorno; Ivo, architetto/scenografo che vive in una casa angusta e con contratti a termine; Aristide e Vittorio due giovani “scapestrati” e Tania ragazza madre alla prese con un rapporto difficile. A fare da sfondo Venezia nella sua straordinaria atipicità.
 

La precarietà instabile e l’instabilità precaria della vita. Tutto parte da qui. Il film è un prodotto sperimentale che vuole valorizzare ed introdurre i giovani cineasti nel mondo del lavoro in modo professionale e didattico. Il progetto “Precariamente instabili” è solo il primo di una serie di iniziative che vedranno impegnati i giovani cineasti e i professionisti nella realizzazione di film e cortometraggi.
Siamo alla ricerca della nostra identità, spesso caratterizzata da una “precarietà instabile. Raccontare questa dimensione non è affatto facile, specialmente in una città come Venezia, immersa e allo stesso tempo distaccata dal mondo.“Com'è vivere a Venezia?”, questa è la domanda più frequente che viene posta ad ogni studente fuori sede che vive l'esperienza universitaria in laguna.Il film vuole dare una risposta a questa domanda, mostrando non solo la classica cartolina veneziana: grazie al contributo di studenti e residenti abbiamo avuto la possibilità di effettuare riprese in molte case caratteristiche, bar e parchi lontani dai classici percorsi turistici.Grazie alla disponibilità del Direttore Artistico Riccardo Bellandi e del docente Paolo Bertinato, anche il teatro “A L'Avogaria” è stato scelto come luogo per esplorare una realtà artistica particolare, che è presente e vive in questa città.

Precariamente instabili nasce nel 2008 da un'idea di Luigi Scaglione, laureando presso l’Università IUAV di Venezia, e dall’esigenza di un gruppo di studenti di diverse facoltà di raccontare la vita dei fuorisede in una città atipica quale è Venezia. A tal fine si è creata una equipe di giovani cineasti, con tutte le figure di riferimento presenti nel mondo cinematografico (sceneggiatori, regista, direttori della fotografia e del suono, segretarie di edizione, grafici, organizzatori, attori, comparse, montatori, cameraman, costumisti, scenografi).
Il Film è scritto, diretto e montato dagli studenti dell’università IUAV e Ca’ Foscari e da giovani professionisti. Nato per dare la possibilità di un'esperienza professionalizzante, Precariamente instabili vuole essere anche una vetrina per mostrare, agli addetti ai lavori, alcuni dei talenti ancora alle prime armi che lavorano nel nostro territorio. Realizzando un prodotto artistico coinvolgente e che racconta la vita degli studenti, si è creato un gruppo stabile, che potrebbe divenire un punto di riferimento per la città lagunare che è spesso utilizzata come location per molti film, ma che non ha una scuola di cinema, né laboratori. Per tale motivo ci si è posti l’obiettivo di approfondire e migliorare le conoscenze cosiddette “di mestiere” tramite un continuo scambio di competenze.Il tutto provando a lavorare inequipe in modo professionale per avvicinarci al mondo del lavoro, creando un prodotto di qualità capace di mettersi in evidenza nella variegata galassia di corti e film.
 
Il progetto è stato realizzato con il contribuito del Senato degli studenti dell'Università IUAV di Venezia e finanziamenti indipendenti di Oltrecielo, parte delle attrezzature audio e luci sono state fornite dai laboratori Multimediali e di Fotografia della Facoltà di Design e Arti.

condividi